23/06/2022

Un servizio di vigilanza per tutelarsi dai furti domestici estivi

Il vademecum per evitare spiacevoli sorprese al rientro dalle ferie

Secondo un’indagine ISTAT sulla sicurezza dei cittadini elaborata da Italpol Vigilanza, il danno economico medio per le vittime di furti in casa è di 4.400 euro. Gli accessi più usati dai ladri sono:

  • Finestra, balcone, garage o porta lasciata aperta (27% dei casi);
  • Ricorso alla forza tramite scardinamento della porta principale (20%);
  • Forzatura di una finestra (15,6%);
  • Nell’ 1,4% dei casi usando le chiavi.

Il bottino più ricco per i ladri proviene da gioielli e pellicce, obiettivo del 50% dei furti, e subito dopo dal denaro contante (55%). Seguono tv, computer, macchine fotografiche, cellulari, con più del 35,2% dei furti; ma c’è anche chi si introduce in casa per rubare cibo e generi alimentari (6,3% dei casi).

La fascia oraria diurna più propizia ai furti in casa rimane quella serale, dalle 18.00 alle 21.00, l’orario dell’aperitivo prima del rientro a casa, quando avviene il 13% delle intrusioni nelle abitazioni con relativo bottino.

La maggior parte dei furti, pari al 19% del totale, resta comunque concentrata nelle ore notturne. L’orario notturno è anche quello preferito dai ladri estivi, che puntano alle case deserte quando i proprietari sono in vacanza.

Italpol Vigilanza, azienda leader nel settore della vigilanza e della sicurezza pubblica e privata dopo aver affrontato il tema della cyber security per aziende e privati, ha stilato un vademecum per aiutare i cittadini a proteggersi da eventuali furti e pericoli, soprattutto in vista delle prossime vacanze estive.

1) ATTENZIONE AL TELEFONO

È importante evitare di utilizzare la formula “In questo momento siamo assenti” nei messaggi in segreteria telefonica. È sempre meglio preferire frasi generiche, legate all’impossibilità di rispondere in quel determinato momento: “In questo momento non possiamo rispondere, ma vi richiameremo“. È consigliabile inoltre parlare sempre al plurale, anche se si abita da soli.

2) NOME E COGNOME?

Per evitare di indicare il numero effettivo di inquilini in un’abitazione, sul campanello di casa e sulla cassetta della posta è preferibile indicare solo il cognome (o i cognomi). In questo modo verrà identificata una famiglia, e non i singoli individui.

3) È ARRIVATA LA POSTA!

In caso di viaggi molto lunghi, è bene chiedere la cortesia a un vicino di casa, un familiare o un conoscente di svuotare periodicamente la cassetta della posta.

4) CHIUDERE IL PORTONE DI ACCESSO

Assicurarsi che tutti i condomini possano osservare delle regole come chiudere sempre portone di accesso dalla strada all’interno delle scale, assicurarsi che il cancello automatico si chiuda del tutto quando entrano all’interno della zona dei garage.

5) VERIFICARE EVENTUALI SEGNI DI EFFRAZIONE

Controllare sempre che all’altezza delle serrature e dei punti di appoggio della porta non ci siano segni di effrazione: potrebbero essere segni di prove già effettuate dai male intenzionati.

6) LA PROVA FOTOGRAFICA

È importante avere una copia fotografica di tutti gli oggetti di valore contenuti nell’abitazione. In questo modo, in caso di caso di furto, sarà più semplice sporgere denuncia o ritrovarli in mezzo al bottino recuperato dalla polizia in qualche retata.

7) PORTA BLINDATA

La porta di accesso all’appartamento deve essere blindata e di sicurezza elevata. Chiudere utilizzando sempre tutte le mandate presenti. Nello scegliere la porta, nel farla montare è meglio rivolgersi a professionisti del settore.

8) SISTEMA D’ALLARME PERIFERICO

Il sistema di allarme deve essere periferico, ossia proteggere sia l’interno ed anche l’esterno. In particolar modo l’allarme periferico deve essere installato in modo tale che possa funzionare prima che il ladro inizi l’effettiva intrusione. Meglio posizionare vicino alle cellule dell’allarme degli oggetti che devono essere necessariamente sposti per avere accesso all’appartamento. Il tutto in modo tale che si possa attivare prima che il ladro attacchi le grate.

9) MANUTENZIONE SISTEMA D’ALLARME

Il sistema d’allarme deve essere sempre mantenuto in ottimo stato e sottoposto a regolare manutenzione.

10) ATTIVARE SERVIZIO DI PRONTO INTERVENTO CON ISTITUTO DI VIGILANZA

Per trascorrere le vacanze in piena serenità, è fondamentale attivare un servizio di pronto intervento su segnalazione dell’impianto di allarme che assicuri un rapido intervento sul posto di una guardia giurata armata. Così è possibile evitare gravi i gravi rischi derivanti dall’intervento personale da parte di familiari o amici cui vengono affidate le chiavi dell’appartamento o eventuali brutte sorprese a conclusione delle vacanze.

Italpol Vigilanza: Un servizio di sorveglianza affidabile e di esperienza

Fondata a Roma dal Commendatore Domenico Gravina, si colloca tra le società di rilievo nel servizio di vigilanza e di sorveglianza sia per aziende che per privati grazie alla professionalità e al continuo aggiornamento degli oltre 2.800 membri dello staff e all’impiego di sistemi tecnologici all’avanguardia.

Italpol Vigilanza offre soluzioni complete e integrate a oltre 3.500 clienti, nel cui ambito sono rappresentate le realtà più affermate nei principali settori produttivi del Paese, aziende di servizi pubblici e privati.

L’Azienda è dislocata in Lombardia, Lazio, Campania, Sardegna, Umbria e Marche (province di Ancona e Pesaro-Urbino), Sicilia (provincia di Trapani).

Lavora con noi

Italpol è sempre in espansione e cerca persone che rappresentino
i valori dell’azienda.

Roma

Security engineer

Il gruppo Italpol Vigilanza nell’ambito di un potenziamento del proprio organico ricerca una figura di Security Engineer. La risorsa supporterà la direzione tecnico-operativa nella gestione di progetti di ingegneria della sicurezza fisica e nella definizione e implementazione del piano annuale di sviluppo e manutenzione di sistemi di sicurezza. Attività aeroportuali: Gestire i progetti di ingegneria […]

Voglio candidarmi
POSIZIONI APERTE