ITALPOL Ha Sviluppato Il Sistema Siem Intrusion Detection & Intrusion Prevention

fabio

Il Coronavirus oggi, rappresenta una sfida non solo nel campo della medicina, ma anche in quello della sicurezza. Da quando il Covid-19 è entrato nelle nostre vite, esse si sono modificate. Uno dei primi, grandi cambiamenti, è stato quello dell’uso massiccio dello smart working. Ciò ha imposto che, parallelamente, venissero potenziati gli strumenti di cyber security. In Italia, una delle prime imprese ad aver accettato la sfida è stata ITALPOL, azienda leader nel settore della vigilanza e della sicurezza preventiva. Come spiega L’amministratore delegato Giulio Gravina: “Non sempre si ha la sensibilità per trattare la sicurezza cyber con la stessa attenzione con cui si tratta quella fisica. Nessuno lascerebbe i propri server in luoghi accessibili a chiunque – continua – eppure, in molti casi, non ci si preoccupa di proteggere i propri sistemi da attacchi informatici, lasciando involontariamente le porte aperte ai criminali della rete”.

“Per questo, ancor di più durante questo periodo di emergenza, il binomio “Smart working e Cyber Security”, è diventato il binomio vincente di ITALPOL. “Le aziende si stanno ristrutturando in fretta per poter proseguire il loro lavoro, spesso non valutando appieno gli aspetti legati alla cyber security” ha commentato Gravina. ITALPOL ha invece trovato una formula vincente per contrastare il fenomeno, attraverso la creazione del Work Force Management, una piattaforma, curata dall’Ufficio Tecnico Ricerca e Sviluppo della ITALPOL, in grado di coordinare e organizzare il lavoro a distanza, secondo i principi della cyber security by-design.

“La Divisione Cyber della nostra azienda – racconta Marco Dal Puppo, security manager della Divisione Cyber e R&S – ha approntato un sistema di protezione interno, ora perfezionato anche per la propria clientela. Sono attivi servizi di penetration testing, assestment, valutazione dei rischi e piattaforme awareness capaci di verificare ogni aspetto IT e di mettere in sicurezza i dati ed il lavoro delle aziende e delle infrastrutture italiane”.

Non solo, di recente il gruppo ITALPOL ha sviluppato il sistema Siem intrusion detection & intrusion prevention, dedicato soprattutto alla piccola e media utenza. Lo strumento, altro gioiello sviluppato dall’Ufficio Tecnico Ricerca e Sviluppo, permetterà non solo la scansione dei log e degli accessi, ma anche di intercettare tutti gli attacchi hacker sulla rete, che sia essa aziendale o domestica. L’utente riceverà le informazioni sul proprio dispositivo mobile ed automaticamente sarà allertata la sala operativa di primo livello ITALPOL, attiva 24 ore su 24. ITALPOL sarà inoltre in grado di fornire la reportistica a norma GDPR per gli studi professionali e le piccole e medie aziende italiane.

Articolo Tratto da www.unfoldingroma.com

Furto fallito in una stazione di servizio, interviene la GPG

stazione servizio

Tentato furto in una stazione di servizio in provincia di Caserta. La segnalazione di allarme giunta ai sistemi della Sala Operativa poco dopo le 22 di ieri notte, ha attivato tutte le procedure di intervento. Dalla verifica video avviata dagli operatori non è risultata alcuna anomalia, ma come previsto in questi casi, è stata inviata sul posto la pattuglia per il controllo dell’utenza.

Sul posto la GPG ha riscontrato i segni di un’ effrazione, i malviventi avevano danneggiato sia la porta di accesso al bar che la serranda di accesso alle Slot. L’intervento celere della GPG non ha permesso loro di accedere ai locali e compiere il furto.

Smart Working, ITALPOL Modello All’avanguardia

Italpol Vigilanza

L’ad Giulio Gravina: “Il Coronavirus non ci ha colti impreparati”

Un’opportunità per le aziende e per la pubblica amministrazione. Una necessità durante l’emergenza legata al Coronavirus. Il telelavoro torna oggi con prepotenza all’attenzione di manager e società. In molti, dopo il decreto #IoRestoaCasa, hanno riscoperto l’utilità del lavoro agile. Molti altri, invece, non avendo dedicato investimenti in precedenza, sono corsi ai ripari per non subire ritardi nelle loro attività.

L’Italia, prima dell’emergenza, è apparsa refrattaria in questo campo rispetto all’Europa. Del resto l’utilizzo dello smart working comporta un cambiamento culturale, una revisione radicale del modello organizzativo dell’azienda e il ripensamento delle modalità che caratterizzano il lavoro in sé.

 “Abbiamo sempre creduto e investito nelle tecnologie. Per questo l’attuale situazione di emergenza non ci ha colti impreparati – sottolinea Giulio Gravina, l’amministratore delegato di ITALPOL, azienda leader nel mondo della vigilanza e della sicurezza preventiva –. La maggior parte dei nostri dipendenti, che ricopre mansioni di carattere amministrativo ed organizzativo, è passato al telelavoro per adeguarsi a quanto il governo chiede a tutti noi italiani. L’esperienza maturata dal nostro ufficio tecnico R&S con il software per il Work Force Management, che consente di organizzare e coordinare il lavoro a distanza, ci è stata sicuramente di grande supporto”.

Articolo Tratto da unfoldingroma.com

Leggi l’articolo completo su https://www.unfoldingroma.com/cronaca-metropolitana/11692/smart-working,-italpol-modello-all%E2%80%99avanguardia

Tenta furto in una Asl, denunciato

 

Ostia.

Alle prime luci dell’alba una segnalazione di allarme proveniente da un azienda sanitaria locale nella zona di Ostia, è giunta ai sistemi della Sala Operativa di Italpol Vigilanza.

Immediate le procedure d’intervento.

Vengono incaricate due pattuglie, la GPG Fabrizio B. e la GPG Walter P. che raggiungono il posto nel minor tempo possibile, tanto da cogliere il ladro in flagrante.

Il ladro, un uomo dai tratti mediterranei, teneva in mano un cacciavite e alla vista delle GPG ancora fuori dall’edificio, si chinava per poi fuggire da un ingresso secondario.

Mentre le GPG eseguivano una bonifica dei locali interni alla ricerca dell’uomo e di eventuali danni alla struttura, arrivavano le forze dell’ordine allertate dalla Sala Operativa di Italpol Vigilanza, le quali, accertatasi della mancata presenza di furti, lasciavano il posto per poi tornare una manciata di minuti più tardi con il presunto ladro a bordo della volante.

Le Gpg hanno identificato l’uomo come colpevole del furto. Il malvivente è stato denunciato.

La struttura non ha subito alcun furto.

Tentano furto in un ristorante, intervengono le GPG

cook-366875_1280

Roma.

Furto sventato nella capitale, preso di mira un ristorante sull’Ardeatina.

Poco dopo le 2 di notte perveniva ai sistemi della Sala Operativa una segnalazione di “Mancato Inserimento”, un fatto inusuale che ha spinto gli operatori di Italpol Vigilanza a contattare il proprietario e a procedere con un inserimento da remoto.

Alle 02:38 nuove segnalazioni, questa volta di allarme, giungevano ai sistemi della Sala Operativa; immediate le procedure di intervento con l’invio sul posto di due pattuglie.

Durante la bonifica, la GPG Alessio O. e la GPG Alberto D. hanno riscontrato diversi segni d’effrazione: la finestra degli spogliatoi era divelta, alcuni sensori spaccati ed una porta era stata forzata, all’interno vi erano generi alimentari, nello specifico salse! Il furto non è stato compiuto grazie al celere intervento di Italpol Vigilanza.

 

Maxi intervento delle GPG di Italpol Vigilanza

intervento_volante

Roma.

Sventato furto in un locale appartenente a una nota catena di ristorazione.

Le anomale segnalazioni giunte alla Sala Operativa alle ore 02:36 della notte, sono state seguite da un maxi  intervento di Italpol Vigilanza.

Sul posto tre pattuglie. All’esterno tutto sembrava essere nella norma, all’interno invece, vi erano tracce evidenti del passaggio dei malviventi.

Sensori spaccati, porte forzate e un buco nel muro del locale tecnico che confinava con un locale in disuso. Dopo un’accurata bonifica esterna è stato individuato il punto di accesso dei malviventi, un anello mancante nella catena del cancello secondario rinchiuso poi con del fil di ferro.

Le casse e le parti sensibili, sono rimaste integre; i malviventi non hanno avuto il tempo di compiere il furto grazie al celere intervento delle nostre pattuglie gestite dalla Sala Operativa 24 ore su 24.

Ladri di biciclette: furto sventato dalla GPG

Ladri di biciclette

Ostia.

Furto sventato la scorsa notte in un negozio di ciclismo a Ostia.

Il segnale di allarme pervenuto alla Sala Operativa è stato seguito da un collegamento video che ha mostrato l’inquadratura della telecamera spostata, immediato l’invio della pattuglia di zona, GPG Fabrizio B.

Da una prima verifica effettuata dalla nostra GPG, oltre la telecamera spostata non vi erano ulteriori irregolarità né esterne che interne. Solo dopo uno scrupoloso controllo, la GPG ha trovato un foro di piccole dimensioni sulla serranda creato dai malviventi. Il foro aveva la funzione di agevolare il taglio della serranda per creare un punto di accesso, ma la reattività della squadra di Italpol Vigilanza ha evitato il peggio.

Il locale commerciale non ha subito alcun furto.

Axon scelta da Italpol per migliorare la vigilanza

Axon Body 2_Italpol

 

Axon, leader globale nelle tecnologie connesse per le forze dell’ordine, è stata scelta da Italpol, società leader nel settore della vigilanza e delle investigazioni, nell’ambito di un piano strategico che mira a dotare tutte le proprie GPG, ovvero le Guardie Particolari Giurate, dei più avanzati sistemi tecnologici.

I BENEFICI E LE CARATTERISTICHE DELLE SOLUZIONI AXON
“La decisione di scegliere Axon è stata determinata da due fattori principali – sottolinea Marco Dal Puppo, Security Manager di Italpol. – Il primo sono le funzionalità specifiche per le esigenze dell’istituto di vigilanza, quali la robustezza, il tempo di ricarica, la qualità delle batterie che garantisce l’utilizzo per l’intero turno, la velocità di trasferimento dei dati e la possibilità di interfacciarsi con i propri sistemi. Il secondo fattore, ancora più importante, è il loro sistema di gestione delle prove Evidence.com. Un ulteriore fattore che ha determinato la scelta di Axon è stata la necessità di trovare una soluzione a lungo termine che fosse scalabile e flessibile”.

Come parte del progetto, la dotazione di servizio degli operatori di Italpol è stata integrata con il dispositivo Axon Body 2, una videocamera indossabile a unità singola che consente di acquisire video e audio in qualità HD mentre le guardie si concentrano sulle situazioni, un campo visivo di 143° e più di 12 ore di autonomia. La possibilità di avere i filmati video di eventuali situazioni critiche durante il turno di servizio presenta un duplice vantaggio: in primis, quello di rappresentare un elemento di dissuasione nei confronti dei soggetti che manifestano aggressività, e che potrebbero commettere atti violenti contro gli addetti alla vigilanza; il secondo, quello di documentare lo svolgimento dei fatti nei casi più critici, tutelando quindi il corretto operato delle guardie da ricostruzioni dei fatti viziate o tendenziose.

Al contempo, la sede ha integrato Evidence.com, la piattaforma cloud di Axon per la gestione delle prove digitali. Evidence.com consente di gestire in modo sicuro e facile le prove digitali, quali video e audio, nonché qualsiasi tipo di documento, come file PDF e Word. È accessibile tramite cloud e, quindi, pronta all’uso. Ogni videocamera indossabile è dotata di un ID univoco; quando la guardia ripone l’unità nella base, il filmato viene automaticamente scaricato sul proprio account, dove è possibile aggiungere note e altri file sul caso.

Il servizio tecnico svolge un ruolo cruciale all’interno dell’istituto di vigilanza poiché la dotazione tecnica contribuisce per circa il 70% del punteggio nelle gare di appalto. Sempre attenta allo sviluppo tecnologico, Italpol ha recentemente realizzato Work Force Management, una soluzione per ottimizzare la gestione del lavoro degli operatori, ridurre i processi manuali, semplificare le procedure e permettere una forte riduzione dei tempi di intervento. Questo sistema, grazie all’utilizzo del portale web e dell’app da installare sugli smartphone degli operatori, consente di visualizzare la posizione degli operatori sul campo e rendicontare tutte le attività svolte da loro. La videocamera Axon Body 2 ed Evidence.com sono stati integrati direttamente con il Work Force Management, in modo da abbinare le informazioni raccolte dal sistema con le immagini video.

LA SPERIMENTAZIONE ED I RISULTATI DELLE SOLUZIONI AXON CON ITALPOL
Italpol ha iniziato la sperimentazione sul campo delle Axon Body 2 nel settore ferroviario e, più precisamente, nella stazione di Roma Termini, collaborando con il gruppo di lavoro responsabile per la sicurezza di Grandi Stazioni Rail SpA. Durante la fase di sperimentazione, durata 30 giorni per un totale di circa 500 turni di lavoro, sono stati realizzati 77 video inerenti tutte le aree della stazione di Roma Termini. Le Guardie Particolari Giurate hanno documentato la loro attività lavorativa effettuando sopralluoghi, ispezioni locali e allontanamenti e, grazie all’utilizzo di Axon Body 2, hanno potuto documentare e certificare il corretto svolgimento del servizio svolto.

L’utilizzo delle videocamere indossabili Axon Body 2 ha permesso di aumentare notevolmente il livello di sicurezza all’interno della stazione, generando una maggiore percezione di sicurezza sia da parte delle utenze che operano giornalmente all’interno della stazione, sia da parte dei viaggiatori che sono transitati nella struttura durante il periodo di sperimentazione.

“Grazie all’impiego di Axon Body 2 ed Evidence.com, Italpol è in grado di garantire l’incolumità delle proprie Guardie Particolari Giurate, di avere registrazioni video e audio complete e la possibilità di archiviare e recuperare facilmente queste informazioni in modo sicuro”, afferma Loris Angeloni, Managing Director di Axon Enterprise Italia.

Attualmente Italpol impiega la videocamera indossabile Axon Body 2 presso le stazioni di Roma Termini e di Roma Tiburtina, presso l’aeroporto Orio al Serio di Bergamo e presso lo Stadio Olimpico di Roma.

 

Articolo tratto da snewsonline.com 

https://www.snewsonline.com/notizie/vigilanza_h24/axon_scelta_da_italpol_per_migliorare_la_vigilanza-7350

 

 

Italpol: migliorare il servizio e garantire l’incolumità degli operatori

L’azienda ha recentemente realizzato Work Force Management, una soluzione per ottimizzare la gestione del lavoro degli operatori, ridurre i processi manuali, semplificare le procedure e permettere una forte riduzione dei tempi di intervento.

Italpol ha scelto di integrare alle dotazioni di servizio degli operatori il dispositivo Axon Body 2, una videocamera indossabile che consente la raccolta di immagini. Questa scelta rientra all’interno di un piano strategico più ampio che mira a dotare tutte le Guardie Particolari Giurate dei più avanzati sistemi tecnologici in modo da garantire la loro incolumità e di tutelare i beni aziendali della società committente.

La scelta di dotare le Guardie Particolari Giurate della videocamera Axon Body 2 permette inoltre di integrare questo dispositivo direttamente con il Work Force Management in modo da abbinare le informazioni raccolte dal sistema con le immagini video.

LA SOLUZIONE: VIDEOCAMERE AXON ED EVIDENCE.COM

Italpol ha iniziato la sperimentazione sul campo delle BodyCam nel settore ferroviario e più precisamente nella stazione di Roma Termini, collaborando con il gruppo di lavoro responsabile per la sicurezza di Grandi Stazioni Rail Spa.

“La decisione di scegliere Axon è stata determinata da due fattori principali”, afferma Marco Dal Puppo, Security Manager di Italpol. “Il primo sono le funzionalità specifiche per le esigenze dell’istituto di vigilanza, quali la robustezza, il tempo di ricarica, la qualità delle batterie che garantisce l’utilizzo per l’intero turno, la velocità di trasferimento dei dati e la possibilità di interfacciarsi con i propri sistemi. Il secondo fattore, ancora più importante, è Evidence.com, un sistema di gestione delle prove completo”.

Evidence.com è il sistema di gestione delle prove digitali (DEM, Digital Evidence Management) dedicato di Axon che consente di gestire in modo sicuro e facile le prove digitali, da video a immagini e audio, nonché qualsiasi tipo di documento, come file PDF e Word. È accessibile tramite cloud e, quindi, pronto all’uso e attivabile non appena le forze dell’ordine distribuiscono le videocamere. Ogni videocamera indossata da un agente è dotata di un ID associato univoco. Quando l’agente ripone l’unità nella base, il filmato viene automaticamente scaricato sull’account Evidence.com dell’agente, dove è possibile aggiungere note e file sul caso.

Axon Body 2 è una videocamera indossabile a unità singola che offre video in qualità HD, un campo visivo di 143° e più di 12 ore di autonomia. La possibilità di avere dei filmati video di eventuali situazioni critiche durante il turno di servizio presenta un duplice vantaggio: in primis, indubbiamente un potere di dissuasione nei confronti dei soggetti che potrebbero manifestare aggressività, fino a giungere alla commissione di atti violenti contro gli addetti alla vigilanza; il secondo, quello di documentare lo svolgimento dei fatti nei casi più critici, tutelando quindi il corretto operato degli agenti da ricostruzioni dei fatti viziate o tendenziose.

IL RISULTATO: AUMENTARE LA SICUREZZA E RIDURRE LE AGGRESSIONI AGLI OPERATORI

Durante la fase di sperimentazione, durata 30 giorni per un totale di circa 500 turni di lavoro, sono stati realizzati 77 video inerenti tutte le aree della stazione di Roma Termini. Le Guardie Particolari Giurate hanno documentato la loro attività lavorativa effettuando sopralluoghi, ispezioni locali e allontanamenti e, grazie all’utilizzo di Axon Body 2 hanno potuto documentare e certificare il corretto svolgimento del servizio svolto.

L’utilizzo delle videocamere indossabili ha permesso di aumentare notevolmente il livello di sicurezza all’interno della stazione, generando una maggiore percezione di sicurezza sia da parte delle utenze che operano giornalmente all’interno della stazione, sia da parte dei viaggiatori che sono transitati nella struttura durante il periodo di sperimentazione.

Attualmente la videocamera indossabile Axon Body 2 è in servizio presso le stazioni di Roma Termini e di Roma Tiburtina, presso l’aeroporto Orio al Serio di Bergamo e presso lo Stadio Olimpico di Roma.

“Un ultimo fattore che ha determinato la scelta di Axon è stata la necessità di trovare una soluzione a lungo termine che fosse scalabile e flessibile,” aggiunge Dal Puppo. “L’aspirazione di Italpol è che, come per le forze dell’ordine, il dispositivo a conduzione elettrica TASER venga dato in dotazione anche agli operatori di pubblica sicurezza: questo potrebbe avviare cosi uno spiraglio verso l’adozione anche da parte degli istituti di vigilanza privati, e Italpol da sempre è costantemente alla ricerca di sistemi non letali, e meno che letali, e visti gli ultimi fatti di cronaca, apice di un’escalation di aggressioni il cui fine è proprio l’impossessarsi dell’arma d’ordinanza.”

Articolo Tratto da www.economymag.it

Incendio, l’allarme di Italpol Vigilanza evita il peggio

Roma.

Ieri pomeriggio una segnalazione di allarme giunta ai server della Sala Operativa di Italpol Vigilanza, ha salvato una concessionaria dalla totale distruzione.

Arrivata sul posto per il consueto controllo di vigilanza, la GPG  ha subito notato la coltre di fumo che fuoriusciva dalla finestra; un incendio nel locale interno stava mettendo a rischio tutta la struttura.

La tempestiva richiesta di soccorso ai vigili del fuoco ha impedito il divulgarsi delle fiamme.

La GPG ha eseguito una bonifica interna e atteso l’arrivo del titolare.