Italpol Vigilanza Eleva Gli Standard Di Sicurezza

Tra i tanti settori impegnati nella lotta contro il Covid19, troviamo sicuramente anche i rappresentanti della vigilanza privata. Per fronteggiare l’emergenza e continuare ad offrire un servizio professionale, Italpol Vigilanza eleva gli standard di sicurezza ed utilizza telecamere termiche per la misurazione della temperatura corporea.

Ad oggi sono oltre 40.000 le guardie giurate che prestano servizio nelle stazioni e negli aeroporti, fuori dai supermercati e negli ospedali, nelle banche e nelle aziende. Come richiesto dal Ministero della Salute, Italpol non solo ha fornito al suo personale tutti i dispositivi di protezione personale previsti (guanti, mascherine, disinfettanti), ma ha deciso di incrementare ulteriormente gli standard di sicurezza, dotando le guardie giurate di nuove apparecchiature tecnologiche, in particolar modo, di telecamere termiche.

“La telecamera termica – dice Giulio Gravina, AD di Italpol– è un modo veloce e sicuro, a tutela della salute sia degli operatori che degli ospiti senza ledere la privacy di coloro che vengono sottoposti a controllo”.

Questi apparecchi, che consentono di rilevare la temperatura corporea, consentono di convertire il calore dei corpi in movimento in impulsi termici. Tali impulsi, attraverso appositi software, vengono convertiti in immagini che segnalano quando la temperatura sale sopra il limite stabilito. In questo modo le persone non sono costrette a fermarsi per misurare la temperatura e l’operatore non deve loro avvicinarsi come succede utilizzando un normale termo rilevatore, attenuando così i rischi di contagio.

Articolo tratto da unfoldingroma.com

Leggi l’articolo su www.unfoldingroma.com