Italpol: migliorare il servizio e garantire l’incolumità degli operatori

L’azienda ha recentemente realizzato Work Force Management, una soluzione per ottimizzare la gestione del lavoro degli operatori, ridurre i processi manuali, semplificare le procedure e permettere una forte riduzione dei tempi di intervento.

Italpol ha scelto di integrare alle dotazioni di servizio degli operatori il dispositivo Axon Body 2, una videocamera indossabile che consente la raccolta di immagini. Questa scelta rientra all’interno di un piano strategico più ampio che mira a dotare tutte le Guardie Particolari Giurate dei più avanzati sistemi tecnologici in modo da garantire la loro incolumità e di tutelare i beni aziendali della società committente.

La scelta di dotare le Guardie Particolari Giurate della videocamera Axon Body 2 permette inoltre di integrare questo dispositivo direttamente con il Work Force Management in modo da abbinare le informazioni raccolte dal sistema con le immagini video.

LA SOLUZIONE: VIDEOCAMERE AXON ED EVIDENCE.COM

Italpol ha iniziato la sperimentazione sul campo delle BodyCam nel settore ferroviario e più precisamente nella stazione di Roma Termini, collaborando con il gruppo di lavoro responsabile per la sicurezza di Grandi Stazioni Rail Spa.

“La decisione di scegliere Axon è stata determinata da due fattori principali”, afferma Marco Dal Puppo, Security Manager di Italpol. “Il primo sono le funzionalità specifiche per le esigenze dell’istituto di vigilanza, quali la robustezza, il tempo di ricarica, la qualità delle batterie che garantisce l’utilizzo per l’intero turno, la velocità di trasferimento dei dati e la possibilità di interfacciarsi con i propri sistemi. Il secondo fattore, ancora più importante, è Evidence.com, un sistema di gestione delle prove completo”.

Evidence.com è il sistema di gestione delle prove digitali (DEM, Digital Evidence Management) dedicato di Axon che consente di gestire in modo sicuro e facile le prove digitali, da video a immagini e audio, nonché qualsiasi tipo di documento, come file PDF e Word. È accessibile tramite cloud e, quindi, pronto all’uso e attivabile non appena le forze dell’ordine distribuiscono le videocamere. Ogni videocamera indossata da un agente è dotata di un ID associato univoco. Quando l’agente ripone l’unità nella base, il filmato viene automaticamente scaricato sull’account Evidence.com dell’agente, dove è possibile aggiungere note e file sul caso.

Axon Body 2 è una videocamera indossabile a unità singola che offre video in qualità HD, un campo visivo di 143° e più di 12 ore di autonomia. La possibilità di avere dei filmati video di eventuali situazioni critiche durante il turno di servizio presenta un duplice vantaggio: in primis, indubbiamente un potere di dissuasione nei confronti dei soggetti che potrebbero manifestare aggressività, fino a giungere alla commissione di atti violenti contro gli addetti alla vigilanza; il secondo, quello di documentare lo svolgimento dei fatti nei casi più critici, tutelando quindi il corretto operato degli agenti da ricostruzioni dei fatti viziate o tendenziose.

IL RISULTATO: AUMENTARE LA SICUREZZA E RIDURRE LE AGGRESSIONI AGLI OPERATORI

Durante la fase di sperimentazione, durata 30 giorni per un totale di circa 500 turni di lavoro, sono stati realizzati 77 video inerenti tutte le aree della stazione di Roma Termini. Le Guardie Particolari Giurate hanno documentato la loro attività lavorativa effettuando sopralluoghi, ispezioni locali e allontanamenti e, grazie all’utilizzo di Axon Body 2 hanno potuto documentare e certificare il corretto svolgimento del servizio svolto.

L’utilizzo delle videocamere indossabili ha permesso di aumentare notevolmente il livello di sicurezza all’interno della stazione, generando una maggiore percezione di sicurezza sia da parte delle utenze che operano giornalmente all’interno della stazione, sia da parte dei viaggiatori che sono transitati nella struttura durante il periodo di sperimentazione.

Attualmente la videocamera indossabile Axon Body 2 è in servizio presso le stazioni di Roma Termini e di Roma Tiburtina, presso l’aeroporto Orio al Serio di Bergamo e presso lo Stadio Olimpico di Roma.

“Un ultimo fattore che ha determinato la scelta di Axon è stata la necessità di trovare una soluzione a lungo termine che fosse scalabile e flessibile,” aggiunge Dal Puppo. “L’aspirazione di Italpol è che, come per le forze dell’ordine, il dispositivo a conduzione elettrica TASER venga dato in dotazione anche agli operatori di pubblica sicurezza: questo potrebbe avviare cosi uno spiraglio verso l’adozione anche da parte degli istituti di vigilanza privati, e Italpol da sempre è costantemente alla ricerca di sistemi non letali, e meno che letali, e visti gli ultimi fatti di cronaca, apice di un’escalation di aggressioni il cui fine è proprio l’impossessarsi dell’arma d’ordinanza.”

Articolo Tratto da www.economymag.it